Argentina – Buenos Aires, Tigre: Dal Tango al Pibe

Giro del Mondo: 42° Tappa – Buenos Aires, Tigre

Percorriamo la capitale Argentina in lungo e in largo, dalla pioggia di benvenuto ai colori della Boca.

Argentina: Tappe a Buenos Aires

Argentina: Tappe a Buenos Aires (clicca sulla mappa per aprire la pagina interattiva)

Sulle note di Buenos Aires – Buenos Aireeeees cantata da Cecco a ripetizione senza però riuscire a ritrovare effettivamente la canzone originale, arriviamo nella Capitale Argentina, dove in aeroporto ci attende mio fratello Claudio. Ormai abbonato ai viaggi della premiata ditta “Be World Citizens” dopo averci raggiunto in Vietnam in Dicembre e in tanti altri Paesi in passato.

Cena di benvenuto con una sontuosa “Milanesa” preparata da Nani (una sorta di cotoletta impanata con sopra sugo e formaggio fuso, tipica Argentina). Nani è una ragazza argentina, dottoranda in fisica con la voglia di venire a lavorare in Europa, che ci ospiterà tramite Couchsurfing. Letto spezzaschiena per Claudio, ma alloggio più che discreto rispetto alle ultime due uscite!

Argentina: Buenos Aires

Argentina: Buenos Aires

Una pioggia scrosciante ci attende al varco appena scendiamo dal treno per attraversare i parchi dell’area di Palermo (un quartiere di Buenos Aires, non la città siciliana!); ci ripariamo insieme ad alcuni tassisti sotto una pensilina ed attendiamo pazienti che le gocce siano meno fitte prima di decidere di abbandonare l’idea di visitare i giardini giapponesi a favore del museo Malba.

All’interno del museo c’è un’esposizione di arte moderna e, come in gran parte di queste mostre data la mia ignoranza artistica, senza guida non ci capisco nulla. E’ un susseguirsi di sculture, quadri e foto in cui non vedo una logica… quindi ne usciamo un po’ insoddisfatti. Ci procuriamo due SIM argentine e passiamo al Carrefour a fare la spesa per ricambiare la cena offerta dalla nostra ospite. Chef Cecco sfoggia il suo piatto forte e prepara una carbonara.

Argentina: Buenos Aires

Argentina: Buenos Aires

Cecco recupera Ilaria in aeroporto, mentre io vado con Claudio in zona porto a vedere se si riesca ad andare a Montevideo o a Colonia con il traghetto; purtroppo vi sono le festività pasquali e non c’è più disponibilità. Il timbro dell’Uruguay sul passaporto vedremo di farcelo fare in futuro!

Ci spostiamo quindi nel quartiere moderno di Puerto Madero, i “navigli” di Buenos Aires. Numerosi localini si trovano a ridosso del canale, dove il ponte pedonale di Calatrava collega i due lati. Intorno vi sono numerosi grattacieli ed una nave museo.

Argentina: Buenos Aires

Argentina: Buenos Aires

Empanadas per pranzo e ci ritroviamo con Ilaria e Cecco di fronte al Congresso Nazionale, dove avrà inizio uno dei “Free Walking Tour” della città. Ilaria si unisce al gruppo “Be World Citizens” e risalirà con noi il Sud America! Parafrasando un noto spot degli anni ’90: “3 is megl che two!”

Il tour attraversa tutta la zona “politica” della città; la guida ci dice che la strada che stiamo percorrendo è abitualmente teatro di proteste da parte dei manifestanti perché congiunge il palazzo del Parlamento a Casa Rosada, sede del Governo e del Presidente.

Argentina: Buenos Aires

Argentina: Buenos Aires

L’Argentina e la città hanno avuto un’interessante vita politica e c’è tuttora molto fermento. Eva Peron (la first lady degli anni ’40 ritratta anche nel film Evita, con protagonista Madonna) è ancora idolatrata e il suo viso è ritratto su uno dei grattacieli lungo l’avenida 9 de Mayo, l’arteria che taglia in 2 la città e che voleva essere la strada cittadina più larga del mondo.

La spiegazione termina con una digressione sul conflitto relativo alle isole Malvine (o Falkland) e sulle opere degli ultimi due presidenti, Kirschner, più “conservativo” e battagliero, e Macri, più aperto verso l’esterno e con la volontà di non dare contro a nessuno. Simpatico l’esempio che sulle banconote attuali sono state messi gli animali argentini per non dare contro a nessuno.

Argentina: Buenos Aires

Argentina: Buenos Aires

Nuovo giorno e nuovo Free Walking Tour, questa volta del quartiere francese per finire poi con il cimitero della Regoleta. Questo secondo tour si è protratto un po’ più del dovuto ed alla fine eravamo stanchissimi ed affamati; la cosa più interessante è stata che una famiglia irlandese per vendicarsi delle famiglie “nobili” argentine che non hanno voluto accettare un’estranea come nuora, ha fatto costruire un palazzo a forma di dito medio.

Interessante, invece, il cimitero della Regoleta, che contiene sepolcri e mausolei che sono delle vere e proprie opere d’arte, costruite con diversi stili ed in diverse epoche, ma con un’attenzione dei dettagli veramente notevole.

Argentina: Buenos Aires

Argentina: Buenos Aires

Breve tappa alla Libreria El Ateneo – Grand Splendid; un piccolo gioiello di libreria, creato all’interno di un teatro. E’ stata infatti votata come seconda libreria più bella al mondo! Al primo c’è una libreria in Olanda, mentre al terzo c’è la “Lello” di Lisbona, che si dice abbia dato spunto alla libreria di Harry Potter.

All’esterno di essa ci troviamo con Veronica, una ragazza di Buenos Aires che avevamo conosciuto casualmente a Guilin, in Cina. Sempre un piacere ritrovarsi in giro per il mondo, ormai sono passati più di 5 mesi; ma di questi tempi, è veramente sufficiente Facebook o un numero di telefono per accorciare drasticamente le distanze! Con lei andiamo prima in un posto un po’ alternativo, dove ci sono tantissimi centri di tatuaggio, poi sulla “Broadway” di BA ed infine a cena in uno dei ristoranti dell’area di Palermo.

Argentina: Buenos Aires

Argentina: Buenos Aires

Scendiamo dal bus e veniamo subito colpiti da un turbine di colori giallo-blu. Siamo arrivati alla Bombonera, lo stadio del Boca Juniors! Visitiamo il museo e il campo da gioco dove ha iniziato la carriera il Pibe de Oro: Maradona. Ancora idolatrato dagli abitanti, è rappresentato anche su diversi muri del quartiere con statue od affreschi e tra i vicoli troviamo anche il suo sosia “ufficiale”.

Argentina: Buenos Aires

Argentina: Buenos Aires

La Boca è forse il quartiere che ci ha affascinato di più della città; le abitazioni tutte colorate sono decisamente appariscenti e vi sono tantissimi ristoranti, molti dei quali offrono spettacoli di Tango, con i ballerini che volteggiano tra i clienti.

L’attrazione principale è indubbiamente “Il Caminito”, un edificio triangolare con uno spiazzo dove si alternano numerosi artisti di strada; tanti sono anche i mercatini con oggetti di artigianato e il turbine di colori in cui si viene avvolti è sicuramente uno dei “must” di questa città.

Argentina: Buenos Aires

Argentina: Buenos Aires

Trascorriamo poi la serata in uno dei tanti localini sulla via Corrientes. Assistiamo ad uno show di comici che parlano esclusivamente spagnolo… e ci accontentiamo di capire meno di metà di quello che dicono! Gli altri del pubblico ridevano di gusto, quindi lo spettacolo sarà sicuramente stato divertente! Noi, per non sbagliare, ridevamo e applaudivamo seguendo il ritmo degli altri!

Penultimo giorno a BA e lo dedichiamo alla visita del paesino di Tigre, che sorge sul delta del fiume Paranà. Per raggiungerlo ci affidiamo ad un tour, ma sarebbe stato sicuramente più conveniente (e soddisfacente perché non avremmo avuto limiti di tempo) andarci con il “Tren de la Costa” o con uno degli altri treni più veloci che si possono prendere tranquillamente alla stazione “Retiro”.

La caratteristica di questo paesino è che tra le abitazioni non ci sono strade, ma la popolazione si muove esclusivamente in barca tra i canali. Noi facciamo una veloce tappa al mercato della frutta per poi salire su una delle barche che navigano tra i canali principali. Un posto caratteristico, in cui vale la pena spenderci mezza giornata.

Argentina: Delta Tigre

Argentina: Delta Tigre

Rientriamo in città e, mentre Claudio visita il palazzo Barolo (dicendo che ne vale la pena, perlomeno per la vista panoramica che si gode dalla città), noi ci dedichiamo ad attività decisamente più noiose quale pianificare le visite dei prossimi giorni in Brasile.

Trascorriamo l’ultima sera in uno dei tanti localini vicino a piazza Cerrano, nel quartiere di Palermo, dove la movida inizia da mezzanotte in avanti.

Ultimo giorno e sveglia presto… si vola alle Cascate di Iguazù!

Argentina: Buenos Aires

Argentina: Buenos Aires

Tappa precedente: Ushuaia

Tappa successiva: Cascate Iguazù

Pagina relativa al Argentina: Clicca qui!

Il nostro itinerario sintetico

Giorno giro del mondo
Data Attività Voto Pernottamento
187 09/04/17 Ushuaia => Buenos Aires (aereo, Aerolinas Argentinas, partenza 15:25, arrivo 18.50) Buenos Aires (Couchsurfing)
188 10/04/17 Museo Malba (pioveva..) 6 Buenos Aires (Couchsurfing)
189 11/04/17 Puerto Madero 7 Buenos Aires (Couchsurfing)
Free Walking Tour City Center 6,5
190 12/04/17 Free Walking Tour: Teatro Colon – La Regoleta 6,5 Buenos Aires (Couchsurfing)
Regoleta Cemetery 7,5
Libreria El Ateneo – Grand Splendid 8
Palermo Nightlife (con Veronica, conosciuta in Cina)
191 13/04/17 Tour Stadio La Bombonera – Boca Juniors 7,5 Buenos Aires
La Boca 8
Stand Up Show (Corrientes)
192 14/04/17 Tour Delta Tigre 7 Buenos Aires
193 15/04/17 Buenos Aires => Iguazù (IGR) (aereo, Latam, partenza 11.15, arrivo 13.05) Iguazù

Galleria foto completa:

Autore: Ste

Trackbacks & Pings

Lascia un commento

Inline
Inline