Cile – Punta Arenas, Puerto Natales, Torres del Paine: Mare e monti (e ghiacciai)

Giro del Mondo: 39° Tappa – Punta Arenas, Puerto Natales, Torres del Paine

Dallo stretto di Magellano alle vette ghiacciate del Parco Nazionale Torres del Paine.

Patagonia Cilena - Le Nostre Tappe

Patagonia Cilena – Le Nostre Tappe

Dalla capitale, Santiago, ci spostiamo a Punta Arenas, centro nevralgico del Sud America prima dell’apertura del canale di Panama. La cittadina si affaccia infatti sullo stretto di Magellano e tutto il traffico navale transitava da queste acque.

Inizialmente pensavamo di dedicarci un giorno e mezzo, ma dopo una prima ricerca in città su cosa vi fosse da vedere, optiamo per passarci solo il pomeriggio e ripartire immediatamente il giorno successivo. Si potrebbero andare a vedere i pinguini dell’Isla Magdalena o fare un tour attraversando lo stretto ed arrivare al parco dei Pinguini Reali, ma entrambi costano circa una 70ina di euro e non siamo sicuri ne valessero la pena. Troviamo però una coppia italiana che come viaggio di nozze andrà a fare una crociera fino a Capo Horn e ci hanno riferito nei giorni successivi che è stata una bellissima esperienza.

Cile: Punta Arenas

Cile: Punta Arenas

Ci accomodiamo in bus e nel pomeriggio arriviamo a Puerto Natales, capitale del trekking in Patagonia cilena, da qui si raggiunge infatti il Parco Nazionale Torres del Paine. Casualmente capitiamo in un locale chiamato Base Camp, dove ogni giorno alle 15.00 viene spiegato gratuitamente come organizzare i trekking nel parco. Consigliatissimo. Dopo un’ora e mezza, capiamo che abbiamo un grosso problema, infatti non abbiamo prenotato assolutamente nessun alloggio nel parco e presentarsi nel parco con la speranza di trovarlo sul posto non è cosa particolarmente semplice. A fine articolo, troverete un riassunto di come organizzarsi al meglio (come spiegato al Base Camp).

Sfortuna vuole che sia domenica e gli uffici delle 3 società che gestiscono gli alloggi interni al parco sono chiusi, quindi decidiamo di andare alle Torri in giornata e poi di vedere successivamente come comportarsi. Facciamo quindi un giretto nel Paese osservando le statue “volanti” e le evoluzioni degli skater.

Torres del Paine Circuit Map 3D

Torres del Paine Circuit Map 3D

Tutte le partenze dei bus per il Parco sono alle 7.30 dal terminal e verso le 9.00 arriviamo all’ingresso; dopo le spiegazioni dei ranger sulle regole del parco (c’è anche un video dove viene ripetuto 8 volte di non accendere alcun fuoco), prendiamo una navetta che ci porta al Refugio Central; l’inizio del sentiero per le Torri.

Con noi ci sono Erik, statunitense di Seattle che era con noi in ostello a Punta Arenas, e Sarah, australiana in viaggio per il Sud America. Inizia la salita ed Erik si stacca perché porta con sé lo zaino per pernottare 4 notti nel parco. In circa 3 ore di cammino (e 10km) arriviamo in vetta, dove ad accoglierci c’è una gran nebbia. Il tempo è molto mutevole e attendiamo speranzosi che il sole scaldi l’ambiente e che il vento diradi le nuvole.

Ci accomodiamo su una roccia con le dita incrociate e finalmente dopo un’oretta il cielo diventa azzurro intenso e le 3 Torri svettano alte riflettendosi sulla laguna sottostante. Quasi scatta l’applauso da parte del “pubblico” quando anche l’ultima nuvoletta scompare.

Nel frattempo, senza che noi ci facciamo particolarmente caso, vediamo dei ranger che comunicano tra di loro con i walkie-talkie. Più tardi scopriremo che uno dei ragazzi che era nel nostro ostello, di origine svizzera, ha pensato bene di portare con sé un fornelletto a gas per scaldarsi il pranzo in vetta in compagnia di un ragazzo cileno che si era aggregato a lui. Risultato: i ranger li hanno arrestati, dato loro 200.000 pesos di multa (che però ci hanno detto gli hanno condonato) e li hanno bannati a vita dal Parco.

Cile: Torres del Paine

Cile: Torres del Paine

Il giorno successivo ci rechiamo negli uffici di “Vertice” per prenotare un alloggio al Camping Paine Grande. Ci dicono ci sia disponibilità nonostante su internet sembri tutto già prenotato. Prendiamo la notte successiva e in giornata noleggiamo tenda e sacchi a pelo in uno dei tanti rivenditori del Paese. Passiamo anche a salutare “Pato”, il gestore dell’ostello dove hanno soggiornato i ragazzi di Mondeando che ci hanno dato alcuni suggerimenti per i trekking.

Sbrighiamo alcune faccende “domestiche” e dopo cena salutiamo Sarah, che il giorno successivo partirà per Ushuaia. Andrà poi a Santiago e volerà a Cuba prima di rientrare in Australia. La reincontreremo? Chissà!

Cile: Torres del Paine

Cile: Torres del Paine

Di nuovo sveglia presto e di nuovo bus fino al parco; questa volta scendiamo alla seconda fermata, Pudeto, da dove si prende il traghetto per arrivare al Rifugio Paine Grande. Facciamo amicizia con Alessia e Julie, due ragazze svizzere di Ginevra a spasso per il Sud America per circa 4 mesi. Ci sono molti più viaggiatori di quanti se ne possano immaginare!

Allestiamo la tenda (mezza storta) nel camping e ci avviamo per il sentiero per raggiungere il ghiacciaio Grey. A circa metà strada ci fermiamo a pranzare al Mirador dove ritroviamo le ragazze e disquisiamo sul camminare con il bastone stile Gandalf e sulla qualità della mortadella italiana. Davanti a noi, però, lo spettacolo è magnifico.

Cile: Torres del Paine

Cile: Torres del Paine

Altri 5km di trekking e sorpassiamo il Rifugio Grey, andando a raggiungere il Mirador sul ghiacciaio. Una distesa infinita di ghiaccio e neve che si affaccia sul lago Grey. Il sole splende alto in cielo e ogni tanto si sente qualche pezzo di ghiaccio che si distacca finendo fragorosamente nell’acqua sottostante. Uno dei tanti spettacoli della natura in questo ambiente unico della Patagonia!

Purtroppo le distanze sono notevoli e non abbiamo abbastanza tempo per raggiungere i ponti sospesi che rimangono più vicini al ghiacciaio, dobbiamo tornare indietro e percorriamo gli ultimi due chilometri prima di raggiungere la nostra tenda illuminando i nostri passi con la torcia frontale.

Cile: Torres del Paine

Cile: Torres del Paine

Notte sotto le stelle e ci rimettiamo in marcia per raggiungere il punto centrale del circuito doppia W: la valle Francese. Attraversiamo distese di alberi di cui si vedono solo il tronco e pochi rami in seguito ad un grandissimo incendio, fiumi, torrentelli e cumuli di rocce di tutte le dimensioni. Dopo il camping Italiano inizia la salita e i nostri passi si fanno meno brillanti.

Un’oretta e mezza di salita ed arriviamo al Mirador sul Ghiacciaio. Siamo in mezzo alla valle e siamo circondati dalle alte vette del parco. Nuovamente il meteo è molto altalenante e le nuvole si alternano a scorci di cielo azzurro. Attendiamo pazientemente e anche questa volta siamo fortunati, potendo godere a pieno della vista sul ghiacciaio. Ci sono, inoltre, tantissime cascatelle d’acqua che scendono direttamente dal ghiaccio e spesso e volentieri si vedono dei distaccamenti di neve crollare pesantemente sulla montagna. Bello.

Cile: Torres del Paine

Cile: Torres del Paine

E’ tempo di rientrare per prendere il traghetto e non abbiamo tempo per raggiungere anche il Mirador Britannico (a 4,5Km di distanza da quello Francese). Torniamo quindi alla base, fermandoci in alcuni panoramici per sfruttare i riflessi delle montagne sui laghetti del parco.

Rientrando con il bus, siamo fortunatissimi e vediamo a bordo strada dei puma, almeno 4 o 5, che stanno divorando una preda. Eleganti e sinuosi come gatti, ma letali come tutti i grandi felini.

Rientriamo poi alla base e il giorno successivo prendiamo un bus che attraversa la frontiera e ci porterà verso la Patagonia Argentina!

Cile: Torres del Paine

Cile: Torres del Paine

Informazioni essenziali per il parco Torres del Paine:

  • Ci sono 3 “attrattive principali”: le Torri (che danno il nome al parco), la Valle Francese, il Ghiacciaio Grey. Vedibili una per volta (camminando molto velocemente) o in più giorni pernottando nel parco.
  • Pernottando nel parco, sono consigliati due “circuiti”: il circuito W (il più corto) oppure il circuito O.
  • Ci sono 3 società differenti che gestiscono gli alloggi interni al parco (sia i rifugi, che i campeggi): Vertice, Fantastico Sur e Conaf. Alcuni campeggi sono gratuiti, altri abbastanza economici, mentre i rifugi sono decisamente costosi.
  • L’itinerario consigliato dipende dalla propria capacità di camminare a lungo (in media, noi abbiamo fatto 20km al giorno) e dalla volontà o meno di vedere l’alba sulle Torri.
  • Con alba, consiglierei: 1 giorno: pernottare al Rifugio/Camping Grey, lasciando uno zainetto con i viveri per i giorni successivi al Rifugio Paine Grande. In 5 ore si arriva al Rifugio, si può montare la tenda, andare fino ai ponti sospesi e poi tornare a dormire. 2 giorno: dal Grey, spostarsi fino al Camping Italiano. Montare la tenda e salire fino al Mirador Francese. 3 Giorno: salire fino al Camping Torre, vedere le torri prima che faccia buio. 4 Giorno: tornare alle Torri per l’alba e poi scendere a prendere il bus al Rifugio Centrale.
  • Senza alba, consiglierei: 1 giorno: Pernottare al rifugio centrale, montando quindi la tenda appena arrivati, per salire alle torri e poi scendere. 2 giorno: Pernottare al camping Italiano, montando la tenda e salendo fino al Mirador Francese/Britannico. 3 giorno: partenza molto presto per depositare i bagagli al Rifugio Paine Grande, salita fino al Ghiacciaio Grey e rientro in tempo per la barca.
  • Per indicazioni su cosa portare a livello di vestiti e cibo, consiglierei di non perdersi la spiegazione al Base Camp! Buona camminata!
Cile: Torres del Paine - Camping

Cile: Torres del Paine – Camping

Tappa precedente: Santiago

Tappa successiva: Patagonia Argentina

Pagina relativa al Cile: Clicca qui!

Il nostro itinerario sintetico

Giorno giro del mondo
Data Attività Voto Pernottamento
172 25/03/17 Santiago => Punta Arenas (aereo, SKY, partenza 8.00, arrivo 11.25) Punta Arenas
Centro città Punta Arenas 6
173 26/03/17 Punta Arenas => Puerto Natales (bus, Bus Fernandez, partenza 11.00, arrivo 14.00) Puerto Natales
Free Talk Torres del Paine (Cafè) HIGHLY RECOMMENDED
City Center 6
174 27/03/17 Trekking Torres del Paine 8,5 Puerto Natales
175 28/03/17 Booking of accomodations in Vertice office Puerto Natales
Renting camping gear..
176 29/03/17 Trekking Grey Glacier 8,5 Torres National Park (Paine Grande)
177 30/03/17 French Valley 8 Puerto Natales
178 31/03/17 Puerto Natales => El Calafate (bus, partenza 14.00, arrivo 18.00) El Calafate

Galleria foto completa:

Autore: Ste

Trackbacks & Pings

Lascia un commento

Inline
Inline