Filippine – Manila: all’improvviso uno “sconosciuto”

Giro del Mondo: 23° Tappa – Manila

First time as Couchsurfing guests … and first time we haven’t found our accommodation!

Le Nostre Tappe A Manila

Filippine: Le Nostre Tappe a Manila

Nuovo giorno, nuovo Paese! Atterriamo poco prima di mezzanotte a Manila; capitale delle Filippine. La sezione degli arrivi in aeroporto è talmente piccola che praticamente non ci accorgiamo di essere subito fuori appena terminati immigrazione e recupero bagagli; cerchiamo un ATM per prelevare, ma ce ne sono solo 2: il primo si è “tenuto” la carta del ragazzo che ci precedeva, mentre il secondo non ha consegnato le banconote ad altri ragazzi, rilasciando normale ricevuta. Cambiamo 20 euro e rimandiamo il prelievo al giorno successivo.

Tutti ci hanno consigliato caldamente di prendere solo tassisti presenti sull’APP Grab e, utilizzando il wifi dell’aeroporto (non abbiamo trovato chi ci fornisse la SIM locale), ne chiamiamo uno che arriva prontamente. Gli diamo l’indirizzo dell’albergo e dopo mezz’oretta arriviamo al numero civico segnato su Booking.com. Unico problema: non sembra esserci un ingresso o, se ci fosse, è sbarrato. E’ l’1 di notte. Attorno a noi ci sono strade chiuse come ci fosse il coprifuoco, con solo alcuni passaggi aperti, sorvegliati da guardie. La situazione non è delle più piacevoli, ma fortunatamente il tassista rimane sempre con noi, chiedendoci di rimanere chiusi in auto. Insieme a lui cerchiamo anche di chiamare il numero segnato sulla prenotazione, ma nulla da fare. Dopo più di mezz’ora in accordo con l’autista ci facciamo portare in un altro albergo in un’altra zona della città. Non è successo nulla, ma è stato un po’ inquietante.

Filippine: Manila, murales

Filippine: Manila, murales

Risveglio con molta calma e scriviamo subito al ragazzo che mi aveva contattato in precedenza tramite Couchsurfing per vedere se lasciare gli zaini a casa sua. Prendiamo un taxi, sempre tramite Grab, e in un’oretta di traffico arriviamo a Quezon City, uno dei quartieri moderni di Manila.

Attraversiamo diverse sfaccettature della città; da quartieri rurali e trasandati a grattacieli modernissimi con centri commerciali dove i migliori brand ostentano il lusso nelle vetrine. E’ una realtà strana quella dei Paesi in via di Sviluppo; probabilmente si amplia sempre di più la forbice tra ricchi e poveri, con i primi che diventano sempre più ricchi e i secondi che stentano ad arrivare a fine mese.

Filippine: Manila

Filippine: Manila, antenna televisiva a forma di bicicletta…

James, il nostro host, ci accoglie sorridente. Firmiamo il registro degli arrivi nel suo condominio e saliamo con lui al 20esimo piano. L’appartamento è moderno ed accogliente e depositiamo i nostri zaini di fianco al divano letto dove dormiremo. Notiamo con piacere l’angolo cucina, speranzosi di poter cucinare qualcosa di italiano a distanza di giorni dall’ultima volta.

Con James visitiamo per prima cosa il centro commerciale, dove ci procuriamo una SIM filippina (che funzionerà un po’ si e un po’ no, come tutti i wifi che abbiamo trovato. Dopo una settimana cambiamo operatore, passando da Smart a Globe, probabilmente la miglior SIM nelle Filippine) e facciamo un giro veloce al “fake market”; un intero piano riservato a prodotti di marca non esattamente originali. Tappa al supermercato e la sera una semplice quanto gustosa pasta al sugo preparata con maestria da Chef Cecco!

Filippine: Manila, cena Couchsurfing

Filippine: Manila, cena Couchsurfing

E’ domenica ed è ora di visitare Manila. Metal Detector per entrare in metro e dopo mezz’oretta scendiamo a Central, dove veniamo assaliti dai “tricycle” che si offrono di portarci ad Intramuros, il quartiere storico. Decidiamo, invece, di andare a piedi, osservando con dispiacere molti rifiuti a bordo strada o addirittura sui tetti delle case. Lo smaltimento dei rifiuti è sempre un problema in molte aree del mondo; probabilmente qualche imprenditore con le conoscenze giuste per avviare politiche di riciclaggio, potrebbe fare dei gran soldi.

Iniziamo la visita di Intramuros dalla Chiesa di Sant’Agostino, in cui si sta svolgendo un matrimonio. Entriamo nel museo di fianco leggendo la storia di come il cristianesimo sia stato portato nelle Filippine e dell’arrivo dei “conquistadores” spagnoli, che hanno anche dato il nome alle Isole, intitolandole a Filippo di Spagna. Interessante.

Filippine: Manila, cattedrale

Filippine: Manila, cattedrale

Completiamo il giro terminandolo a Fort Santiago e poi al parco Rizal, dove ci sono migliaia di filippini che si stanno godendo il relax domenicale e la preparazione alla celebrazione del Nazareno che ci sarà il giorno seguente. Per tornare in metro facciamo un po’ di fila e si sta belli compressi, non succedeva da Shanghai.

Tornati da James, troviamo un nuovo coinquilino, Jil, che è di passaggio a Manila, dopo aver lavorato per circa 2 mesi per il reality Israeliano Survivor, girato su un’isola delle Filippine. Rimaniamo impressionati dalla mole di lavoro che c’è dietro alla realizzazione di un reality; Jil ci racconta che la troupe è di circa 150 israeliani e 100 Filippini.

Filippine: Manila, Park Rizal

Filippine: Manila, Park Rizal

Manila non sembra avere molto altro da offrire, se non alcune località sicuramente molto belle, ma lontane da raggiungere, quindi optiamo per una giornata di relax e di pianificazione per i giorni successivi. La sera, però, andiamo a cena fuori con gli altri due ragazzi per provare qualche specialità culinaria locale e dopo ci spostiamo in un bar dove ci raggiunge anche un ragazzo iraniano e giochiamo a “cambio”; un gioco di carte che pare sia famosissimo in tutto il Sud America.

Giorno di trasferimento in aereo e optiamo per andare in aeroporto in metro. Sottovalutiamo che nelle ore di punta i treni siano talmente pieni che aspettiamo più di mezz’ora ai Metal Detector e 3 treni, prima di riuscire ad infilarci di forza in uno. Scendiamo poi al capolinea e, data la fretta, prendiamo un taxi, ovviamente senza tassametro, che ci porta in aeroporto per volare verso l’isola di Palawan!

Filippine: Manila

Filippine: Manila

Tappa precedente: Chiang Mai

Tappa successiva: Isola di Palawan

Pagina relativa alle Filippine: Clicca qui

Il nostro itinerario sintetico

Giorno giro del mondo
Data Attività Voto Pernottamento
93 06/01/17 Bangkok => Manila (aereo, Philippines Airlines, Partenza 18.50 – arrivo 23.10). Poi lunga ricerca dell’alloggio… Manila
94 07/01/17 Spostamento da James di Couchsurfing, shopping e cena Manila
95 08/01/17 St. Augustin Church 7 Manila
Manila Cathedral 6,5
Fort Santiago 6
Manila Bay 6,5
Rizal Park 7
Cena e serata con Couchsurfers: James, Gil
96 09/01/17 Nerding a casa di James e serata Couchsurfers con James, Gil e ragazzo iraniano Manila
97 10/01/17 Manila => Puerto Princesa (aereo, Cebu Airlines, partenza 11.50, arrivo 13.10)

Galleria foto completa:

Autore: Ste

Trackbacks & Pings

Lascia un commento

Inline
Inline