Brasile – Salvador de Bahia, Mangue Seco: Dune Buggy e Colori

Giro del Mondo: 46° Tappa – Salvador de Bahia, Mangue Seco, Praia do Forte

Ci affacciamo sulla costa atlantica, noleggiando un’auto per spostarci nella regione di Bahia.

Salvador - Le Nostre Tappe

Salvador – Le Nostre Tappe

Mare, mare, mare, ma che voglia di arrivare… il ritmo è più quello del Samba e dei tamburi di Salvador, ma la canzone di Luca Carboni si addice perfettamente alla nostra tappa nella regione di Bahia. Ritiriamo l’auto a noleggio e facciamo subito rotta verso nord, destinazione Mangue Seco!

Su Booking.com abbiamo prenotato presso la Pousada Portal do Sol, dove ci accoglie calorosamente Givaldo che gestisce anche il sito http://www.visitemangueseco.com e si può contattare tramite Whatsapp (079 996453083) su Skype (givaldo.tuor) o via mail: givaldolessa@hotmail.com. Ci organizza la cena tramite un amico e poi organizza il giro in barca ed in Dune Buggy per il giorno successivo.

Brasile: Mangue Seco

Brasile: Mangue Seco

La mattina successiva ci incamminiamo verso il porticciolo dove ci attende il nostro barcaiolo. Attraversiamo il tratto di mare che sembra una laguna ed intravediamo a distanza anche alcuni delfini (Givaldo il giorno precedente ci aveva mostrato dei video dei “pesci-bue”, che però non riusciremo a vedere). Prima sosta un insieme di isolotti di sabbia, con la caratteristica di essere friabili come le sabbie mobili.

Ci ritroviamo a saltare da un isolotto all’altro cercando quello più solido, per evitare di sprofondare fino alle ginocchia. Sembra di partecipare a “Mai dire Banzai”, quando i concorrenti dovevano correre lungo i percorsi cercando di non finire in acqua. Sensazione strana quella di non avere della terra solida sotto i propri piedi!

Brasile: Mangue Seco

Brasile: Mangue Seco

Sempre in barca, raggiungiamo prima un altro isolotto di sabbia, che percorriamo fino a quasi arrivare al punto in cui le onde dell’oceano si infrangono, e poi la terraferma, dove il barcaiolo ci deposita nel baretto del suo “amico”. Una “jarra di suco” e si riprende il giro.

Costeggiamo la foresta di mangrovie che sembra essere impenetrabile e si estende per un paio di chilometri verso l’entroterra e poi veniamo depositati a Mangue Seco. Questa località ci ricorda decisamente Fraser Island, in Australia. Un’immensa distesa di sabbia, dove cresce della vegetazione in alcuni tratti. Qui, in particolare, ci hanno anche costruito alcune casette ed hotel e gli abitanti girano esclusivamente con i quad o con le dune buggy.

Brasile: Salvador/Mangue Seco

Brasile: Salvador/Mangue Seco

Saliamo su una dune buggy e il nostro pilota ci porta su e giù per le dune, fermandosi nei vari punti panoramici. La guida è un po’ troppo tranquilla e non ci regala particolari emozioni; ci manca l’autista del bus di Fraser! Ci sono alcune discese che potrebbero far salire l’adrenalina se prese in velocità, ma il pilota non spinge sull’acceleratore. La colonna sonora dovrebbe essere “Dune Buggy” fischiettata da Bud Spencer!

L’esperienza è comunque molto carina e veniamo lasciati in uno dei tanti ristoranti sulla spiaggia dal lato dell’oceano. E’ impressionante quanto l’acqua si sia “divorata” la sabbia, dal filo del mare alla spiaggia, c’è un dislivello di circa 3 metri, probabilmente anche funzione di alta e bassa marea.

Brasile: Salvador/Mangue Seco

Brasile: Salvador/Mangue Seco

Tornati alla Posada, saltiamo in auto e ci avviamo verso Praia do Forte, fermandoci per la sera ad Imbassai, dove gli alloggi sono decisamente più economici. Cena italiana e a letto presto per sfruttare al meglio l’ultimo giorno con l’auto.

Ci spostiamo a Praia do Forte ed andiamo a visitare “Projeto Tamar”, un centro di recupero e la conservazione della fauna marina, in particolare per quanto riguarda le tartarughe. Ve ne sono infatti tantissime di tutte le razze e dimensioni, che nuotano nelle diverse vasche. L’emozione non è neanche equiparabile a quella di vedere tartarughe marine libere in mare come avvenuto sull’Isola di Pasqua, ma il centro è allestito a fin di bene, quindi vale la pena visitarlo.

Brasile: Salvador/Praia do Forte

Brasile: Salvador/Praia do Forte

A piedi raggiungiamo Praia do Lord, dove ci rilassiamo su una delle lunghissime spiagge che caratterizzano la costa della regione di Bahia. La striscia di sabbia non è larghissima e con l’alzarsi della marea si restringe considerevolmente. Con la bassa marea, invece, l’area è chiamata delle “piscine naturali” perché il fondale è basso e si formano diverse pozze contenenti acqua marina e diversi banchi di pesci.

All’ombra di una delle tante palme, continuo con la lettura del libro di FalettiIo Uccido”. Decisamente ben scritto e che tiene incollati pagina dopo pagina per capire come andrà a finire l’inseguimento tra Frank Ottobre (il protagonista) ed il serial killer (che non spoilero).

Brasile: Salvador/Praia do Forte

Brasile: Salvador/Praia do Forte

Dopo aver lasciato l’auto in aeroporto, chiamiamo un autista di Uber e ci facciamo portare all’ostello nel centro del quartiere di Pelourinho, il quartiere storico della città. La sera usciamo solamente a fare due passi nelle vie principali, in quanto ci viene sconsigliato di perderci nei vicoletti. Appena arrivati veniamo subito avvicinati da diversi personaggi che si offrono come guide o ci regalano dei braccialettini, a volte fin troppo insistentemente.

Fa un caldo terrificante e la notte in ostello, con solo il ventilatore, è stata abbastanza impegnativa, lo stesso sarà poi durante la giornata, in cui ci ritroveremo spesso a cercare l’ombra.

Brasile: Salvador de Bahia

Brasile: Salvador de Bahia

Iniziamo il giro dalla chiesa di San Francesco, decorata interamente in oro al suo interno, con un chiostro coperto da ceramiche raffiguranti diverse allegorie. Molto molto carina, anche se non imponente come alcune chiese europee. Percorriamo poi le altre vie principali del quartiere, rimanendo colpiti dalle case tutte colorate e diverse tra di loro.

Nelle piazze principali vi sono alcuni artisti di strada o figuranti in costume che si concedono ai turisti per le foto. Il suono caratteristico della città è il rullio dei tamburi delle tante scuole di musica che lasciano le finestre aperte per via dell’afa.

Brasile: Salvador de Bahia

Brasile: Salvador de Bahia

Scendiamo poi da una via tortuosa e raggiungiamo il quartiere di Comercio, dove troviamo tantissime bancarelle che offrono cibo tropicale di tutti i tipi, molti dei quali mai visti prima. Prendiamo qualcosa da assaggiare per merenda e raggiungiamo il Mercado Modelo dove vi sono principalmente negozi di souvenir. Niente di che.

Rientriamo tra le viette a pranzare e poi saliamo con l’Elevator Lacerda al Palacio Rio Branco. Foto di rito alla scritta “Salvador” e concludiamo la giornata con una rapina (non ai nostri danni) sotto la finestra del nostro ostello. Ci avevano detto che Salvador fosse una città pericolosa, ma tra il sentito dire ed il vedere con i propri occhi, c’è sempre una gran differenza. Speriamo ovviamente di non dover mai subire nulla sulla nostra pelle!

Brasile: Salvador de Bahia

Brasile: Salvador de Bahia

Purtroppo non abbiamo avuto tempo di visitare il quartiere di Barro con le spiagge della città di Salvador o di fare qualche tour in barca, rimandiamo ad una eventuale visita futura! Il mattino successivo prendiamo infatti un taxi che ci porta in aeroporto. Vediamo ai lati della strada tantissime case accatastate una sull’altra, come ci aspettiamo di vedere nelle favelas di Rio de Janeiro, dove arriveremo dopo una tappa a Belo Horizonte ed Ouro Preto!

Brasile: Salvador de Bahia

Brasile: Salvador de Bahia

Tappa precedente: Brasilia

Tappa successiva: Belo Horizonte/Ouro Preto

Pagina relativa al Brasile: Clicca qui!

Il nostro itinerario sintetico

Giorno giro del mondo
Data Attività Voto Pernottamento
202 24/04/17 Brasilia => Salvador (aereo, Gol, partenza 10.25, arrivo 12.35) – Ritiro auto a noleggio da Foco Brasil Mangue Seco
Salvador => Mangue Seco (auto, partenza 14.00, arrivo 18.00)
203 25/04/17 Barca e Dune Buggy Mangue Seco 8,5 Imbassai
Mangue Seco => Imbassai (auto, partenza 16.30, arrivo 18.30)
204 26/04/17 Praia do Forte: Projeto Tamar 7 Salvador de Bahia
Praia do Forte: Praia do Lord/Piscinas Naturales 8
Praia do Forte => Salvador (auto + Uber, partenza 16.00, arrivo 18.30)
205 27/04/17 Salvador: Pelourinho 8 Salvador de Bahia
Salvador: Comercio 7
206 28/04/17 Salvador => Belo Horizonte (aereo, GOL, partenza: 13.54, arrivo 15.30) Belo Horizonte

Galleria foto completa:

Autore: Ste

Trackbacks & Pings

Leave a Reply

Inline
Inline