Perù – Cuzco: Rainbow Mountain e… basta!

Giro del Mondo: 58° Tappa – Cuzco, Rainbow Mountain

Un po’ di relax nella bellissima città di Cuzco, capitale Inca e museo a cielo aperto.

Perù: Cuzco - Le Nostre Tappe

Perù: Cuzco – Le Nostre Tappe (clicca sulla mappa per aprire la pagina interattiva)

Per prima cosa, non mi ritrovo pienamente d’accordo con la lingua italiana. Mi piace chiamare questa città Cuzco, non Cusco, quindi continuerò a farlo in tutto l’articolo. Penso Wikipedia e Google non ne siano d’accordo, ma anche loro sono consci che “forse si intendeva” Cusco, quindi bene così.

Arrivo in città alla sera, il terminal dei bus è un po’ fuori dal centro, quindi mi affido con Bianca ad un taxi. La mattina stavo benino, ma il viaggio di 10 ore mi ha distrutto. Raccolgo solamente le forze utili per andare al supermercato e prendere qualcosina da mangiare per non rimanere a stomaco vuoto, dopodiché mi affido al letto.

Perù: Cuzco

Perù: Cuzco

Fortunatamente avevo già visto Cuzco in un altro viaggio, girandola in lungo ed in largo ed avendo la fortuna di vedere tutte le attrazioni principali; in verità si potrebbe stare tranquillamente una decina di giorni nell’area senza mai annoiarsi o anche di più in caso si prenda parte ad uno dei trekking Inca: Inca Trail, Salkantay o Choquequirao. Io, invece, me ne sto tutto il giorno a letto per riprendermi.

L’ostello, come molti altri in Sud America, è molto carino. Camerate piccole, ma pulite ed ordinate, spazi comuni con una piccola cucina, ping pong, calcetto, qualche amaca ed un focherello dove alla sera fanno i barbeque. La compagnia volendo non manca. Alla sera, invece, opto per guardarmi un film sul computer, “La Grande Muraglia”, con Matt Damon impegnato in un’improbabile leggenda cinese. Però c’era la grande muraglia ed esserci stato di persona suscita sempre un interesse aggiuntivo.

Perù: Cuzco

Perù: Cuzco

In parte ripreso dalla febbre, riesco finalmente a fare due passi in città; mercato e Plaza de Armas, dove praticamente ci tornerò tutti i giorni della mia permanenza. Sempre bella, sempre attiva e, questa volta, sempre in festa. Ci sono infatti delle scolaresche di bimbi vestiti a tema che ballano al ritmo di tamburi e flauti suonati dai loro maestri. I colori si sprecano e la musica invade tutta la piazza. Molto bello e particolare.

Faccio anche qualche passo tra i vari vicoli del centro: non c’è rischio di morire di fame e non c’è rischio di non trovare un’agenzia che non offra tour a Machu Picchu oppure nelle altre località principali. Avevo sentito ci fosse da prenotare con largo anticipo, ma forse solo per salire sul Wayna Picchu, la montagna che si vede nelle foto tipiche della città Inca. Io mi limito a prendere un tour per le Rainbow Mountain (Vinicunca) per il giorno successivo.

Perù: Cuzco

Perù: Cuzco

Sveglia ore 3.00 e si parte per le montagne arcobaleno. Il viaggio è di circa 3 ore, quindi cerco di dormicchiare qualcosina. Più o meno mi sono ripreso dall’influenza, ma mi è venuto un dolore di stomaco che prima non avevo. Non mi faccio mancare nulla.

Colazione in un villaggio ai piedi della montagna e poi si sale nuovamente in pullmino per il tratto finale. Se la Carrettera della Muerte in Bolivia era pericolosa, questa “strada” mi sembra decisamente peggio. Tutto a strapiombo, niente asfalto e niente guardrail. Vita dura per gli autisti… e soprattutto per i passeggeri che osano guardare fuori dal finestrino.

Perù: Cuzco - Rainbow Mountain

Perù: Cuzco – Rainbow Mountain

Si arriva poi al campo base e ci vengono incontro tutti gli abitanti locali accompagnati dai cavalli. Vi è un dislivello di circa 800 metri da fare per arrivare a 5000mt d’altitudine. Io sono tentato dal farlo a piedi, ma rifletto sul fatto che vorrei anche godermi il panorama una volta in alto, quindi mi affido ad un cavaliere che mi fa montare sul cavallo.

Mentre io sono bardato con maglietta termica, t-shirt, felpa, pile e giacca ed ho ancora freddo, il mio fido scudiero non ha i guanti ed è in giro in sandali. Sarà questione di abitudine? Mah! Un po’ alla volta saliamo comunque tra le vallate, sorpassando alcuni altri viaggiatori in evidenti difficoltà respiratorie. Io i pochi tratti a piedi che ho dovuto fare mi son dovuto trascinare pochi centimetri alla volta, quindi mi compiaccio della mia scelta.

Perù: Cuzco - Rainbow Mountain

Perù: Cuzco – Rainbow Mountain

Arrivo finalmente in cima, compiendo l’ultimo tratto a piedi. Effettivamente lo spettacolo davanti ai miei occhi è notevole. Vi sono queste montagne con striature di tutti i colori; simili a quelle viste in lontananza nell’area di Salta. La differenza è che qui ci stiamo proprio camminando sopra.

Fa fresco e vi è la neve poco più in alto rispetto a dove sono io. In lontananza si scorgono anche alcuni ghiacciai a più di 6000mt d’altezza. Provo a salire qualche metro ancora per trovare una posizione ancor più panoramica, ma il mio corpo non è con me, quindi desisto dall’impresa. Peccato, una vista a 360° avrebbe sicuramente meritato.

Perù: Cuzco - Rainbow Mountain

Perù: Cuzco – Rainbow Mountain

Un po’ alla volta scendo. Mi affido nuovamente al mio scudiero Renè che mi riconduce verso la base. Intanto si è aperto un po’ il cielo ed i colori delle montagne intorno a me si fanno più brillanti. Un bello spettacolo per gli occhi, che posso apprezzare ondeggiando sulla schiena del mio cavallo.

Veniamo riportati alla base e ci gustiamo un pranzo a buffet. Non sono molto in forma, quindi non socializzo eccessivamente con i miei compagni di tour; come sempre ci sono alcuni del Nord Europa e questa volta anche un paio di russi. Altre 3 ore di viaggio e siamo di nuovo a Cuzco.

Perù: Cuzco - Rainbow Mountain

Perù: Cuzco – Rainbow Mountain

Avevo solo qualche mezza idea sul da farsi nei giorni a seguire, ma alla fine non mi sentivo ancora in forma. Lenta ripresa dopo la malattia, penso dovuto anche al fatto che sono a 3400mt d’altezza. Decido quindi di spostarmi già nel pomeriggio sulla costa, in modo da poter proseguire il viaggio tranquillamente. Mi faccio due conti tra tempi e costi e considerato che un bus per Lima sarebbero state 20 ore di viaggio, decido di prendere un volo.

L’idea è poi di spostarmi verso nord per raggiungere l’Ecuador in 5/6 giorni, quindi alla fine considero come alternativa migliore prendere ben 2 aerei, uno fino a Lima e poi l’altro da Lima a Trujillo. Mi faccio un’idea dei prezzi su Skyscanner, ma vado per sicurezza in una delle tante agenzie. Alla fine il prezzo è praticamente uguale, quindi decido di sostenere l’economia locale invece che comprare online. Ore 16.40, si decolla per Trujillo!

Perù: Cuzco

Perù: Cuzco

Tappa precedente: Copacabana, Bolivia

Tappa successiva: Trujillo, Chiclayo, Piura

Pagina relativa al Perù: Clicca qui!

Il nostro itinerario sintetico

Giorno giro del mondo
Data Attività Voto Pernottamento
242 03/06/17 Copacabana => Cuzco (bus, partenza 9.00, arrivo 19.30) Cuzco
243 04/06/17 Cuzco: Relax Cuzco
244 05/06/17 Cuzco City Center 9 Cuzco
245 06/06/17 Cuzco City Center 9 Cuzco
246 07/06/17 Rainbow Mountains 8 Cuzco
247 08/06/17 Cuzco => Trujillo (aereo, LCPerù, partenza 16.40, arrivo 21.40) Trujillo

Galleria foto completa:

Autore: Ste

Trackbacks & Pings

Lascia un commento

Inline
Inline