Come viaggiare low cost in Nuova Zelanda

Come in Australia, anche in Nuova Zelanda viaggiare low cost è tutt’altro che semplice. Si possono però limitare le spese, soprattutto quelle di trasporto, grazie alle possibilità offerte dal web.

Andiamo ora ad elencare alcuni sistemi che abbiamo utilizzato durante la nostra permanenza agli antipodi. Potete trovare il nostro itinerario aprendo questa pagina.

Relocation Cars

Nuova Zelanda Transfer Car

Nuova Zelanda: Transfer Car

Relocation cars è un sistema utilizzato dalle compagnie di noleggio auto, per risparmiare sui loro costi di movimentazione auto e campervan.

Molto spesso accade che le compagnie si trovano con auto in eccesso in una città piuttosto che un’altra. Dovendo, invece, avere disponibilità in tutti i depositi, piuttosto che far spostare a loro spese le auto, offrono la possibilità di noleggiare le auto gratis, facendo pagare esclusivamente la benzina.

Con questo metodo, inoltre, non c’è da pagare la salatissima “Drop off fee”, che molto spesso da sola è più di 300 euro.

Ecco un video che spiega meglio di me come funziona il tutto!

Nonostante le nostre continue ricerche, non siamo riusciti ad ottenere Relocation Cars in Nuova Zelanda. Sarebber però stato utilissimo trovarne una per spostarla dall’isola sud a quella nord e viceversa, per ovviare anche al costo del traghetto.

Gli unici vincoli che porta questa forma di noleggio sono:

  • Flessibilità: le auto sono mediamente disponibili 2 settimane prima della riconsegna ultima, quindi è difficile pianificare con largo anticipo i propri spostamenti.
  • Disponibilità: non è detto che ci sia un’auto desiderata per la tratta che si vuole compiere.
  • Tempi: mediamente le compagnie di noleggio considerano 500km di viaggio al giorno, quindi i giorni disponibili per il noleggio gratuito sono in funzione della distanza da percorrere. Vi è però la possibilità, a volte, di aggiungere dei giorni al noleggio a prezzo assolutamente di mercato.

I nostri siti di riferimento:

www.transfercar.co.nz

www.imoova.com

Car Pooling

Car Pooling

Nuova Zelanda: Car Pooling

Si ha bisogno di un passaggio? Si vogliono dividere le spese di benzina? Niente di meglio che controllare su internet se vi sia qualcuno che compie la nostra stessa tratta.

E’ sufficiente pubblicare un annuncio (o rispondere ad un’inserzione), per essere contattati o contattare altre persone, con cui accordarsi per il viaggio.

Noi, inserendo un annuncio su Couchsurfing, abbiamo trovato una “travelmate” tedesca, che è stata con noi per l’intera settimana del viaggio.

Non ci sono vincoli particolari, perché ci si accorda di persona; unica necessità, sapere un po’ d’inglese.

I nostri siti di riferimento:

www.coseats.com

New Zealand Rideshare Backpackers

Gumtree

Couchsurfing (inserendo sulla pagina di discussione della città, che si cercano “travelmates”!)

Alloggio

Couchsurfing

Australia: Couchsurfing

Couchsurfing: il social network per offrire e ricevere ospitalità gratuitamente in tutto il mondo!

Airbnb: la piattaforma web per alloggiare da privati; una volta prenotato bisogna accordarsi con il proprietario per l’orario di arrivo, ma spesso è molto più conveniente degli alberghi o degli ostelli! In più, con prezzi simili agli ostelli, si ha il vantaggio di dormire in camere private/doppie piuttosto che in dormitorio. Con Airbnb abbiamo dormito 2 notti lungo la penisola nord neozelandese.

APP per il telefono

Nuova Zelanda Wikicamps NZ

Nuova Zelanda: Wikicamps NZ

Nuova Zelanda Camping NZ

Oltre alle solite APP da utilizzare come navigator GPS, ovvero Google Maps e Maps.me, in Nuova Zelanda è fondamentale utilizzare l’APP WikiCamps NZ oppure Camping NZ.

Questa APP presenta mappe dettagliate di tutta la Nuova Zelanda, con le indicazioni per campeggi, hotel, alloggi, campervan park, bagni pubblici, luoghi di ristoro e tutto quanto necessario per un lungo viaggio, sia tra le varie città, che soprattutto nelle zone sperdute.

Tutti i punti segnalati sono corredati da commenti degli utenti, da prezzi, da descrizione completa di quanto disponibile dove ci si voglia fermare (es: parcheggio gratis/a pagamento, presenza di area picnic, presenza di bagni, adatto per camper e così via).

Noi l’abbiamo utilizzata praticamente sempre quando siamo stati in auto e questo ci ha consentito di organizzare al meglio le nostre soste, scegliendo di fare 2 soste in camping gratuiti, attrezzati con cucina, doccia, presa elettrica ed altre comodità.

Unico vincolo: bisogna scaricare le mappe offline sul telefono (quindi è richiesta molta memoria) ed è utilizzabile gratuitamente per soli 14 giorni.

Non ci resta che augurarvi un fantastico viaggio in Nuova Zelanda!!! Ricordatevi che l’acqua è quasi sempre potabile e che ovviamente è più conveniente cucinare in proprio, che sia in ostello, in campeggi attrezzati o in campervan! Countdown, Pak ‘n ‘Save e Warehouse saranno la vostra seconda casa…

Autore: Ste

Trackbacks & Pings

  • Nuova Zelanda - BE WORLD CITIZENS :

    […] Prima di leggere l’itinerario, forse può essere interessante sapere come vivere la Nuova Zelanda in modo low cost! […]

    1 anno ago

Lascia un commento

Inline
Inline